logo
Main Page Sitemap

Van gogh orecchio tagliato storia


Colto da un attacco d'ira, il pittore, che all'epoca non aveva ancora venduto nessun quadro e dipendeva economicamente dal fratello minore, prese un rasoio e si tagliò il lobo.
Gauguin non scappò di fretta e furia a Tahiti ma partì il,più di due anni dopo gli avvenimenti.
Org, copyright 2012 Gino Di Grazia All Right Reserved Tutti i Diritti Riservati.Fallito lattacco, in preda ad una crisi di nervi, si taglia il lobo dellorecchio sinistro, lo incarta e lo porta in un bordello per farne regalo ad una prostituta alla quale si era affezionato.Il giorno dopo, arrivata la polizia dopo essere stata avvertita dal vicino di casa e porta Van Gogh in ospedale dove è stato curato del dottor Rey.Il documento è uno schizzo fatto dal dottore che medicò la ferita di Van Gogh allospedale di Arles, Felix Réy, ritrovato tra le carte negli archivi dello scrittore Irving Stone, che ha scritto la famosa biografia di Van Gogh.Egli era profondamente ferito quando Gauguin lo informò che era sua intenzione di lasciare Arles e la Casa Gialla per sempre.Un vicino, visto la condizione di Van Gogh, lo accompagnò a casa.
Nel dipinto Natura morta: tavolo con cipolle, realizzato da Van Gogh nel gennaio 1889, appena un mese dopo essersi ferito, contiene nell angolo in basso a destra del tavolo è dipinta una lettera scritta da Theo.
Che il grande pittore olandese avesse perso parte del suo orecchio sinistro è un dato di fatto testimoniato da tutti.
Nello schizzo, datato, si vede chiaramente che il taglio riguarda gran parte del padiglione.
Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Così entrò volontariamente in un ospedale psichiatrico a my, ma dopo poco tempo sui suoi campi di grano, pieni di sole e di luce, cominciarono a volteggiare corvi neri e suicidò nel 1890 a 37 anni.
Sta di fatto che per difendersi dallaggressione di Vincent, Gauguin, abile spadaccino, lo colpisce allorecchio con un fendente della tagliata ai porcini surgelati sua spada.
Le memorie furono però composte ad arte per propagandare unimmagine di Gauguin, certamente più costruita che reale e, trasmettendone una degli squilibri di Van Gogh e del suo debito artistico, nei confronti del collega artefatta ed esagerata.Ad accecare il pittore, con tutta probabilità, fu il timore di perdere il sostegno economico di cui aveva fino ad allora beneficiato e di cui continuava ad aver bisogno.In esso Murphy sostiene anche che la donna cui Van Gogh avrebbe portato lorecchio nel cuore della notte non fosse una prostituta di nome Rachel, come si è sempre detto, ma una cameriera diciannovenne il cui nome era Gabrielle.Nell Autoritratto con lorecchio bendato, dipinto realizzato nel 1889, predominano i colori freddi, che danno una nota ancor più malinconica al dipinto.Sulle motivazioni del gesto, illuminante lo studio di Martin Bailey che nel 2009 ha scritto un libro sul celebre artista e ha curato due mostre a lui dedicate.Disperato, Van Gogh si brucia la mano sinistra con la fiamma di una lampada, cercando di dimostrare lintensità del suo amore.Pare che questo avrebbe scosso profondamente Vincent, che era già psicologicamente disturbato, tanto da spingerlo allautolesionismo.Tuttavia, egli non ricordava laccaduto il giorno successivo.Org, clicca anche sul mio Sito: tervista.Che cosa furono le nove settimane in cui Van Gogh (1853-1890) e Gauguin (1848-1903) vissero fianco a fianco ad Arles?Fomentato dalla lite col compagno, in un raptus, si mozzò l'orecchio, ma nonostante perdesse molto sangue, racconta ancora Bailey, uscì di casa per recarsi in una casa di tolleranza, dove consegnò, avvolto in un foglio di carta, il lobo insanguinato a una ragazza, forse una.Fu allora che una voce interna gli diceva di uccidere Gauguin.La figura di donna alla quale Van Gogh avrebbe regalato lorecchio aveva già avuto un nome, in realtà, in un articolo del 1936, nel quale si citava Alphonse Robert, il poliziotto che era stato chiamato al bordello dove Van Gogh aveva perso lorecchio e che.A fare però da segugio è stato il magazine The Art Newspaper, che ha analizzato i dati riportati nella meticolosa ricostruzione dei fatti ed è arrivato allarchivio dei nomi dei ricoverati dell Institut Pasteur di Parigi, dove Gabrielle era stata curata per la rabbia.

Nel corso degli anni le teorie sono state le più disparate.
A chi lo tributò?


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap